Le testimonianze di chi guarisce grazie al dottor Piero Mozzi sono sempre più numerose. Come Barbara, di gruppo 0 che, grazie alla dieta del dott. Mozzi, è guarita dalla tiroide autoimmiune eliminando i cibi per lei dannosi, come latticini, alimenti con glutine, zuccheri, amidi e cereali. Ecco la sua appassionata e dettagliata testimonianza:

 

“Mi chiamo Barbara, ho 37 anni e sono gruppo 0. Dieci anni fa dopo il mio matrimonio, ho iniziato ad ammalarmi molto spesso. Febbre alta senza apparenti sintomi. Spesso mi sentivo stanca. Non ho dato molto importanza alla cosa. Con il passare degli anni sono ingrassata molto e la stanchezza era sempre più forte. Spesso mi mancavano le forze fisiche per fare le cose, ma ho un carattere molto deciso e tante persone che mi amano, per cui sono sempre andata avanti senza fermarmi. Negli anni ho continuato ad ammalarmi spesso, con febbre e tonsilliti. Il ciclo mestruale era diventato molto doloroso e abbondante. Da 50 Kg circa ero arrivata ad 80 Kg. Le ossa mi facevano molto male già di prima mattina. I nervi e i tendini si accavallavano e le articolazioni si bloccavano. Secondo il ginecologo avevo una possibile endometriosi per la quale dovevo sottopormi a laparoscopia. L’ortopedico mi aveva consigliato delle operazioni alle ginocchia e cortisone per i dolori reumatici, che avrei dovuto sopportare secondo lui per sempre. L’endocrinologo dopo anni di controlli in cui mi dava solo vitamine, mi aveva prescritto Eutirox 100 per una diagnosi di ipotiroidismo autoimmune. Questa ultima diagnosi arrivava finalmente due anni fa. Nonostante la cura e gli esami di laboratorio perfetti, i sintomi peggioravano sempre più. A Pasqua dell’anno scorso non riuscivo a fare più le scale e ogni movimento mi creava dolore. Se facevo una passeggiata al mare, le dita dei piedi si accavallavano con dolori fortissimi e dovevo restare bloccata per almeno 10 minuti. Quando avevo il ciclo gli antidolorifici non servivano più e i dolori iniziavano già una settimana prima. Alle 11.00 di mattina ero già stanca. Distrutta dalla situazione ma decisa a guarire, ho cercato sul web insieme a mio marito ed ho scoperto che l’alimentazione aveva un ruolo importante nella cura delle malattie. Ho scoperto la dieta dei gruppi sanguigni, di peter d’Adamo e Piero Mozzi. Ho acquistato alcuni testi, letto sul web, incontrato persone sui social network e scoperto un’infinità di informazioni. Come ad esempio che molti stavano come me e che tutti i miei sintomi erano riconducibili alla tiroide autoimmune.

A Settembre ho iniziato ad eliminare tutto ciò che poteva farmi male: zuccheri, amidi, cereali, glutine e latticini, praticamente tutto ciò di cui mi alimentavo abitualmente. Prima di questo regine alimentare mangiavo molta pasta, pane e derivati. Poca verdura. Carne bianca e di maiale. Poco pesce. Non ho mai fatto però grandi abbuffate di questa roba. Si può dire che mangiavo normalmente.

All’inizio è stato molto difficile seguire la dieta del dr. Mozzi. Non sapevo cosa cucinare. Molti mi deridevano (cosa che accade anche oggi, ma ora non mi pesa più) considerando questo approccio una bufala da santone in cerca di spillare soldi al malcapitato. Col tempo ho imparato su me stessa e confrontandomi con gli altri sul web, quali sintomi attribuire a ciascun alimento. Ho fatto cataplasmi d’argilla (vedi i rimedi del dott. Mozzi) e preso gemmoderivati di rosa canina e ribers nero come indicato dal Dottor Mozzi nelle sue trasmissioni televisive. Ho iniziato a mangiare soprattutto carne e pesce, verdure e legumi, senza sgarrare mai.

Gli effetti ci sono stati subito, già dal primo mese. Ho iniziato a perdere peso (prima anche con un insalata potevo lievitare), a sentirmi più in forze, ad avere un meno dolore alle articolazioni. A Dicembre i miei anticorpi erano rientrati nella norma. A Marzo non prendevo più antidolorifici ed il ciclo era tornato normale. A Giugno avevo perso 30 Kg. Nessuna febbre, influenza o tonsillite. Ogni mese, analisi permettendo, vedevo se possibile scalare il farmaco, come indicato dal Dottor Mozzi. In accordo con il mio medico di base ad oggi prendo solo 0.25 di Tirosint (che non ha lattosio e mais a differenza di Eutirox) e spero di togliere a breve anche questo ultimo dosaggio. Non ho più nessuno dei sintomi che avevo all’inizio: mi restano solo delle cartilagini fragili, soprattutto alle ginocchia, per le quali non sento quasi più dolore e per le quali però dovrò fare molto esercizio fisico. Avevo due aree multinodulari, una sul lobo destro e una sul sinistro, di 3 cm e 2 cm. A Marzo erano ridotte di 3 mm ognuna. Ora devo rifare l’eco per vedere a che punto sono. Non ho più reflusso gastroesofageo.

 

Il mio regime alimentare settimanale

Colazione: Appena sveglia bevo una tisana alla rosa canina e zenzero senza zucchero insieme a 4-5 mandorle. Dopo un’oretta una o due prugne con nocciolo, che tengo in bocca e mordicchio (ma non tutti i giorni).

Merenda metà mattina e pomeriggio: pane di ceci e pomodoro, polpette di carne, polpette vegetali, tonno, bresaola, semi di zucca, semi di girasole, ceci tostati, uova strapazzate. Come bevanda a volte latte di mandorle senza zucchero (autoprodotto). A volte (ma ora raramente, direi uno o due volte al mese) brutti ma buoni dolcificati con i fichi

Pranzo: pesce grigliato (tonno, salmone, pesce spada, sogliola) con un contorno (zucchine, piselli, pomodori, carciofi, carote, fagiolini, radicchio…). Una volta a settimana uova al tegamino (non fritte) al purgatorio, con salsa tonno e piselli. Oppure se ho più tempo merluzzo o orata al forno con verdure. Alla fine caffè di cicoria senza zucchero con pezzettino di fondente 90%

Cena: carne grigliata e contorni come scritto sopra. Oppure insalatona mista con ingredienti consentiti, come fagiolini e tonno, radicchio e sgombro. Oppure bresaola con insalatona.

Varie:Uso i semi di sesamo molto spesso. Uso il porro al posto della cipolla e dell’aglio e uso molto spezie, soprattutto zenzero e curcuma. A volte uso l’alga kombu per salare e sale integrale. A volte quello rosso delle Hawaii, che ha molto ferro. Uso olio di vinacciolo al posto di quello d’oliva.

 

Alimenti che ho eliminato perché PER ME negativi

Sottolineo che nessun medico ha convalidato questa dieta. E’ il frutto della sperimentazione su me stessa. Magari alcuni di voi potrebbero inserire altre cose che per il gruppo 0 sono consentite. Se avete però problemi di ipotiroidismo autoimmune ve lo sconsiglio. Per esempio prima mangiavo anche la quinoa,  ma ho notato che mi crea problemi come gli altri prodotti contenenti amido. Non mangio il grtano saraceno perché non mi piace. Non mangio la soia perchè oltre a leggere diversi pareri negativi sulla sua influenza sulla tiroide, ho sperimentato che mi rende il colon irritabile (Mozzi non la sconsiglia per la tiroide, ma dice che si potrebbe avere problemi con la soia). Ho eliminato rucola, spinaci cavoli e broccoli, perché possono influire negativamente sulla tiroide (Mozzi però non è d’accordo su questo, almeno nel video sulla tiroide). Non faccio quasi mai dolci e non uso zucchero. Ho provato con stevia e agave, ma oltre ad essere molto costose, non avevo buoni risultati sia sulla salute (dolori articolari e crampi) che sulla bontà di quello che preparavo. Il riso e il mais mi danno reazioni immunitarie, come herpes e linfonodi ingrossati e le patate americane mi danno gambe pesanti e stanchezza cronica. I fagioli all’occhio, anche con alloro o alga kombu, mi gonfiano tanto.

Le patologie autoimmuni sono delle bestie cattive sempre pronte a prendere il sopravvento lì dietro l’angolo. Ma la mia qualità di vita è migliorata. Il mio corpo sembra tornato a 10 anni fa. E finalmente ho controllo sui miei sintomi e non sono in balia di essi. Ringrazio di cuore il Dottor Mozzi (che non ho mai incontrato di persona!), i vari gruppi facebook e tutte le persone che in questi mesi mi hanno supportato e dato consigli”.

 

Barbara

45 Risposte

    • Bruna

      Ciao, ho letto quello che hai scritto Barbara, io ho scoperto ieri di avere una tiroidite cronica autoimmune, cioe’ ho gli anticorpi altissimi, ma ivalori del sangue funzionali sono perfetti, quindi niente farmaco perfortuna. Devo fare esami ogni sei mesi. Sinceramente mi trovo spiazzata, non so cosa mangiare, io mangio tanto pane, che pero’ da oggi basta..ma da un anno sono anche in menopausa e ho anche osteoporosi. Dovro’ lavorare molto su di me. Mia mamma aveva l’artrite reumatoide deformante, puo’ essere correlato? l’endocrinologo mi ha detto che questa forma di tiroidite e’ genetica.
      Ciao.

      Rispondi
      • Anna

        Ciso bruna !cosa prendi per l osteoporosi ? Anche io sono in menopausa e ho la tiroiditè !

      • Bruna

        da giugno ho iniziato la dieta del dottore, ma il riso integrale, fiocchi d’avena, poco grano e poca quinoa (faccio fatica a digerirla) li mangio, altrimenti divento nervosa e mi vengono i tremori. Ho ridotto moltissimo lo zucchero. mangio noci, semi, verdura, tanto salmone, pesce, carne bianca, uova e un po’ di frutta. Tutto di stagione e biologico. Prendo anche la vit d e faccio palestra con carico, seguita da un fisioterapista in sala attrezzi. Sono rinata e felice. Tanta energia.

      • Roberto

        Ciao Bruna. L’artitrite remautoide è anch’essa una patologia autoimmune, come l’ipotiroidismo cronico, ed è causata, alla stessa maniera, da un uso costante di cereali (pane,pasta,biscotti…) zuccheri e dolci.
        Mozzi dice che se è presa in tempo, e quindi non in stadio avanzato, è possibile fermarla o addirittura avere notevoli miglioramenti.

    • Fois Maria elisabetta

      Ciao ho letto quanto hai scritto e mi sono rivista in pieno stessi sintomi stessi problemi stesso peso, ho eliminato il glutine e molti altri alimenti da circa tre anni ma la mia tiroide continuava a fare la matta da quando pero7 ho anche eliminato il lattosio e il riso le cose sono migliorate , il mio dosaggio tiroideo da 175 di tiche è sceso rapidamente a 25 la cosa mi preoccupa da una parte non vorrei che ci fossero noduli, e mi rallegra dall’altra perché in effetti sto meglio , quindi ciò che hai scritto mi rasserena probabile che anche io stia guarnendo…..speriamo

      Rispondi
  1. anna

    Grazie barbara per il tuo articolo sulla tua esperienza. Provero’
    anch’io dato che ho lo stesso problema.

    Rispondi
    • Marinetta

      Cara Anna ciao, volevo sapere se avevi provato la dieta del Dr Mozzi? a me hanno diagnosticato un ipertiroidismo il mese scorso e al momento prendo solo pastiglie! (che tra l’altro funzionano un giorno si e un giorno no)…saluti e buona giornata

      Rispondi
  2. Daniela

    Barbara, non si capisce dal tuo articolo se il tuo endocrinologo aveva posto diagnosi di tiroidite autoimmune dopo aver verificato la presenza nel siero degli anticorpi antitireoperossidasi e antitireoglobulina e se i valori eventualmente alterati sono rientrati con l’alimentazione. Soffro anche io di tiroidite autoimmune anche se ammetto di non avere tutta la sintomatologia di cui parli.

    Rispondi
    • News
      News

      Per chi deve chiedere consigli medici oppure pareri al Dr. Mozzi, vi preghiamo di rivolgervi direttamente al sito del Dr. Mozzi. Vi ringraziamo e ci scusiamo per la nostra impossibilità di fornirvi pareri medici. Vi ricordiamo che se volete rivedere le trasmissioni, tutto è caricato sul nostro canale You Tube.
      Sito web del Dr. Mozzi
      http://www.dottormozzi.it/
      Grazie ancora per essere sempre cosi partecipi
      Saluti dalla redazione

      Rispondi
  3. lucia

    Ciao Barbara,

    ho ipotiroidismo e ipercolesterolo, gruppo B non posso mangiare neanche alimenti contenenti mais, sono seriamente preoccupata perché a questo punto posso mangiare solo verdure, carne e pesce e uova!! sono già magra diventerò invisibile!!!

    Rispondi
    • News
      News

      Per chi deve chiedere consigli medici oppure pareri al Dr. Mozzi, vi preghiamo di rivolgervi direttamente al sito del Dr. Mozzi. Vi ringraziamo e ci scusiamo per la nostra impossibilità di fornirvi pareri medici. Vi ricordiamo che se volete rivedere le trasmissioni, tutto è caricato sul nostro canale You Tube.
      Sito web del Dr. Mozzi
      http://www.dottormozzi.it/
      Grazie ancora per essere sempre cosi partecipi
      Saluti dalla redazione

      Rispondi
    • Roberto

      Ciao Lucia. Anch’io gruppo B e ipotiroideo. E’ dura anche per me rispettare alla lettera la dieta. Ogni tanto lo sgarro lo faccio, non te lo nascondo.
      Per non perdere troppo peso, ti consiglio di abbinare un’attività fisica mirata allo sviluppo della massa muscolare. Aumenta le proteine giuste che ti aiutano in questo. Un abbraccio.

      Rispondi
  4. ilaria plafoni

    È dal 18 gennaio che cerco di seguire la dieta. .. e devo dire che ci sto riuscendo ero entusiasta ho perso 8 chili mi sentivo felicissima fino ad oggi quando ho ritirato esami e aime’ un disastro. ..la mia tiroide autoimmune e peggiorata i valori degli anticorpi sono aumentati notevolmente. ..premesso che ho dimezzato la pastiglia. .da 100 di eutirox. Oggi sono depressa!!!!!
    Sono sincera non ho tolto quinoa grano saraceno e qualche volta faccio dolci senza glutine .
    Quindi uno sbalzo così notevole non me lo aspettavo! !!!

    Rispondi
    • News
      News

      Per chi deve chiedere consigli medici oppure pareri al Dr. Mozzi, vi preghiamo di rivolgervi direttamente al sito del Dr. Mozzi. Vi ringraziamo e ci scusiamo per la nostra impossibilità di fornirvi pareri medici. Vi ricordiamo che se volete rivedere le trasmissioni, tutto è caricato sul nostro canale You Tube.
      Sito web del Dr. Mozzi
      http://www.dottormozzi.it/
      Grazie ancora per essere sempre cosi partecipi
      Saluti dalla redazione

      Rispondi
  5. PAOLA

    Grazie Barbara!! Anch’io soffro della stessa patologia e mi hai dato un preziosissimo aiuto! Ti chiedo una cortesia: potresti indicare quali sono i social cui fai riferimento per trovare le info preziose che ti hanno aiutato?

    Rispondi
  6. alba

    Grazie Barbara per queste preziose informazioni.
    Anch’io sono gruppo 0 e sono affetta tuttora da questa malattia che mi crea gli stessi problemi che hai avuto tu.
    Cercherò di seguire questa dieta anche se per me sará difficilissimo rispettare questi divieti che mi citi, in quanto sono golosissima di farinacei, dolci e latticini, principali alimenti invece da eliminare.

    Rispondi
    • Roberto

      no Maria. Quello è EUTIROX. Il Tirosint non contiene è mais nè lattosio, a differenza dell’altro.

      Rispondi
  7. maddy

    Mi fate avere una speranza visto che ho già stanchezza dolori muscolari dolori alle articolazioni e sovrappeso di quindici chili

    Rispondi
    • troianianna

      Ciao come te anche io avevi i tuoi stessi problemi.in quaranta giorni i miei dolori.tali.e quali ai tuoi .sono spariti ho levato tutto quello che può. Veleni seguendo i consigli del dott. Mozzi non saranno nulla via .dolci via .pane .via pasta..via zuccheri (solo la stevia ) per prima cosa ti devi otturatore le orecchie .la gente che non.sa , ti può ostacolare .fai c’è. Me credi.in quello.che fai e devi dire voglio guarire .la mia non era più vita . (Oltre che perdere 8 kg in 40 giorni sono rinata )mi sono passati tutti i dolori la tiroide sta tornando nella norma ora mi sto Bassano eutirox-tirossina spero che questa mia testimonianza ti dia tanta fede .perché in breve avrai i risultati.sarai.felice come me

      Rispondi
  8. Milko Bonelli

    CI provo pure io, anche se da vegano vuol dire ridurre altri cibi ancora!!!

    Rispondi
  9. barbara

    Ciao anch’io IPO gruppo 0 con ciclo a livelli di emorragia, ma sono sicura di nn riuscire con la dieta troppe restrizioni…la colazione poi…mi sveglio alle 6 inizio a lavorare alle 8 se mangio solo mandorle svengo, e durante la mattinata nn mi posso permettere di mangiarmi polpette durante l’orario di lavoro tra una riunione e l’altra…almeno uno pseudo pane e pseudo dolce devo poterlo mangiare altrimenti lo so già che non reggo…Sto limitando la pasta 1 volta a sett. Di kamut e una volta a sett pizza…tolto frutta fresca tranne mela per dolci con farina di mandorle.. ma uso la secca e fichi o uva secca per biscotti con farina di miglio e riso e saraceno quinoa….per colazione con olio di oliva o girasole e burro di mandorle…avete idee per ricette un po più varie che mi permettano di creare pseudo dolcetti o pane?
    Grazie sono disperata

    Rispondi
  10. chiara

    È proprio vero! Un alimentazione attenta e corretta aiuta moltissimo sopratutto per la digestione gastro intestinale….anche io ho una tiroidite autoimmune e, me ne sono accprta dopo 7 anni per attacchi di panico, ansia e problemi intestinali. Ovviamente anche io avevo preso 20 kl. Il medico pensate, aveva iniziato a curarmi con degli antidepressivi….bisogna stare davvero attenti e, certe volte nn accettare certe assurdità….alla fine solo noi ci conosciamo e sentiamo i fastidi che questa patologia porta.
    sono fiduciosa….si può davvero stare meglio e perché no anche guarire. Il mio ginecologo mi ha prescritto della vitamina A e D e, con una buona dieta i sintomi sono quasi spariti. In bocca al lupo a tutte!! Dai che ce la facciamo!!….vi consiglio della riflessologia plantare!

    Rispondi
  11. daniela

    Grazie barbara x la tua testimonianza. Vorrei chiederti come poter conoscere e avere consigli sull’alimentazione del gruppo 0.

    Rispondi
  12. lucia

    Grazie infinite per queste testimonianze ho acquistato i libri ma non riesco a continuare mi fregano i zuccheri e amidi il mio corpo va in tilt. Ma non mollo continuerò a provare grazie.

    Rispondi
  13. Danilo

    Soffro di pancreatite cronica non prendo nessun medicinale e in questi ultimi giorni ho spesso brividi di freddo e mal di testa con dolori alla parte sinistra del collo cosa posso fare non ne posso più mi aiuti

    Rispondi
    • cinzia

      Io ho problemi di ipotiroidismo !!! Mi chiamo cinzia e sono gruppo B vi prego indicatemi un alimentazione ….seguo qualcosa del dottor Mozzi ho anche il libro ma nn riesco a perdere peso….

      Rispondi
      • Roberto

        Ciao Cinzia. Anch’io gruppo b e ipotiroidismo. Per la nostra maledetta patologia dobbiamo cercare di stare alla larga il più possibile dai cereali (pane,pasta, pizza, biscotti) dolci e zuccheri (frutta compresa). Prediligiamo proteine animali come pesci e carne (tranne pollo e maiale),verdure a volontà, legumi (no ceci, lenticchie; si a cannellini, borlotti, fagioli di Spagna),uova, semi oleosi (mandorle e noci). In sostanza sarebbe questo, ma sul libro puoi approfondire di più.È dura ma per la propria salute è indispensabile. Forza e coraggio!

  14. Anna

    Salve io sono nuova alla situazione… Ho anche io tiroide autoimmune con gozzo multinodulare ma io con ipotiroidismo sono scesa 8kg i medici dicono che dovrei ingrassare ma a me succede il contrario. Ho avuto un grave lutto in famiglia e quindi l associano allo stress ansia..ma comq scendo di peso…prendo tirosint da 50…. Chi ha lo stesso mio caso… Grazie

    Rispondi
  15. Beatrice

    Buonasera, innanzitutto grazie in anticipo per l attenzione, racconto in breve il mio problema… Nel 2004 ebbi un incidente ..mi tolsero la sedia e ebbi frattura e lussazione di coccige e schiacciamento di vertebre, il tempo trascorso a letto,la disperazione,il corpo ad un certo punto cambiava, sono alta 1.67 pesavo sempre circa 57 chili circa…dopo due anni circa di tristezza,stress,non avevo piu un lavoro,non stavo piu bene moralm e fisicam.ad aprile 2006 nel giro di venti giorni misi quattro chili..feci una ricerca e capii da sola che forse avevo un problema alla tiroide..le analisi lo confermarono purtroppo..ipotiroidismo autoimmune. Da quel giorno prendo l eutirox inizialm da 50 poi da 75. Sono gruppo zero. Diciamo che dopo questo cambiamento ho avuto ptoblemi ormonali..peluria aumentata,capelli meno vigorosi, a volte apatia e dolori muscolari,gonfiore addominale..notando che i chili mi aumentano quando non prendo la pillola anticoncezionale..Ho 38anni e mezzo e da un anno non la prendo più..però ho notato che da quando vivo al Nord da due anni purtroppo mi sono gonfiata molto di più…Prima vivevo a Foggia, clima mite e ventilato e vicino lo iodio del mare più vicino..qui a Lissone, provincia di Monza c è molta umidità e so che a me non fa bene..vivo in una casa comunale dove c e muffa..ma per motivi sentimentali vivo qui..vorrei sapere se davvero incide molto il clima sulla causa del mio gonfiore o se posso far qualcosa in merito.. Ci ho sempre tenuto all estetica e vedere il mio corpo con pancia addome gonfio non ci riesco…pur nn mangiando grassi ho pure il colesterolo e so che è sempre causa l ipotiroidismo… Prima mangiavo peggio di un uomo senza mai ingrassare e ora che mangio poco lievito senza motivi… Non lavoro e non posso permettermi delle visite specifiche..Vorrei un aiuto dal Dott Mossi per favoreee. Se potessi avere un consiglio, un aiuto sarebbe meraviglioso. Grazie mille. Buona sera

    Rispondi
    • News
      News

      Per chi deve chiedere consigli medici oppure pareri al Dr. Mozzi, vi preghiamo di rivolgervi direttamente al sito del Dr. Mozzi. Vi ringraziamo e ci scusiamo per la nostra impossibilità di fornirvi pareri medici. Vi ricordiamo che se volete rivedere le trasmissioni, tutto è caricato sul nostro canale You Tube.
      Sito web del Dr. Mozzi
      http://www.dottormozzi.it/
      Grazie ancora per essere sempre cosi partecipi
      Saluti dalla redazione

      Rispondi
  16. Monica

    Salve, io ho scoperto di avere l’ ipotiroidismo e volevo sapere se seguo la dieta devo prendere anche l’ Eutirox contemporaneamente?
    Cordiali saluti

    Rispondi
    • News
      News

      Per favole, chi deve chiedere consigli medici oppure pareri a Dr. Mozzi vi preghiamo di rivolgersi direttamente al sito del Dr. Mozzi. Visto che qua il dottore non può rispondere e noi non possiamo darvi indicazioni mediche ma solo il Dr. Mozzi in questo caso li può dare. Vi ringraziamo e ci scusiamo per questo disaggio
      contatto del sito web
      Dr. Mozzi
      http://www.dottormozzi.it/
      Grazie ancora per essere sempre cosi partecipi

      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata