Alle prime luci dell’alba di oggi, 34 piccoli roditori, rinchiusi in un laboratorio di vivisezione, sono stati liberati, salvati da morte certa. Lo comunica l’Associazione Animalista Freccia45, ringraziando per il lavoro svolto il dott. Massimo Tettamanti, Responsabile del progetto “Italia Senza Vivisezione” e i volontari del   Rifugio “Gli Ultimi”,  fondato nel 2013 proprio per ospitare questi animali, curarli e mantenerli in attesa di un’adozione, in una famiglia speciale. In questi mesi di grande attività del rifugio, sono state salvate 230 creature( di cui 196 nel primo anno di attività e 34 oggi), tra cui conigli, porcellini d’india, topini e decine e decine di rattine. Gli animali utilizzati per la sperimentazione  sono tra gli 800.000 ed i 900.0000 ogni anno, solo in Italia e la maggior parte di questi sono proprio roditori, animali piccoli, facilmente maneggiabili e con costi di gestione molto contenuti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata