Il Consiglio di Stato ha bocciato il ricorso degli animalisti contro l’abbattimento dei 67 daini della Pineta di Classe, a Ravenna condannandoli, di fatto, a morte . Gli animali erano finiti sotto accusa da parte della Provincia  dopo alcuni incidenti stradali avvenuti sulle strade della zona. I daini,  considerati “in esubero”  verranno abbattuti  entro il prossimo 15 marzo come “necessario termine per lo svolgimento dell’attività venatoria”. Il 9 febbraio sempre il Consiglio di Stato, con apposito decreto, aveva sospeso l’ordinanza della Provincia romagnola in attesa di entrare nel merito del ricorso presentato dalle associazioni animaliste “Vittime della Caccia”, “Earth” e “Animal Liberation” contro la Provincia di Ravenna e il Cab (comprensorio cervese cooperativa agricola braccianti)  ribaltando in quell’occasione l’ordinanza con la quale il 14 gennaio il Tar dell’Emilia-Romagna aveva invece bocciato analoga richiesta. Nemmeno la proposta da parte di una cittadina tedesca disposta a prendersene cura è stata presa in considerazione. Gli ambientalisti non ci stanno perà ad assistere a questo massacro e promettono battaglia. 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata