L’Astore  è il più veloce ed imprevedibile cacciatore dei boschi. Riuscire ad avvistarlo, posato su un albero nel folto del bosco, è un vero colpo di fortuna, tuttavia se si presta attenzione è possibile osservare i segni lasciati dal suo passaggio: spiumate d’uccelli sotto gli alberi utilizzati come “tavolo da pranzo”. La specie è particolarmente minacciata  a causa della frammentazione degli habitat idonei, ma anche dall’utilizzo di prodotti chimici in agricoltura che vengono accumulati tramite l’alimentazione. Di solito costruisce il suo nido su un alto albero: un voluminoso nido di rami secchi. Predatore eccezionale quest’anno ha scelto una quercia del “Bosco Wwf di Vanzago”, nel milanese, come posto ideale per mettere su famiglia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata