Una bellisima scoperta fatta in Italia all’università di Pisa, che riguarda l’uomo e il cavallo. Un team di ricerca ha messo a confronto il battito del cuore di persone e cavalli, scoprendo che gli elettrocardiogrammi risultavano sincronizzati quando tra l’umano e l’animale c’era intesa. Spiega Paolo Baragli, ricercatore del dipartimento di Veterinaria a Pisa: “Abbiamo osservato che i parametri fisiologici della persona e del cavallo finiscono per avere lo stesso andamento. Possiamo davvero dire che è come se i cuori battessero all’unisono”

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata