Brescia è al primo posto in Lombardia per i livelli di polveri sottili nell’aria. Un primato davvero triste quello raggiunto dalla città della Leonessa in cui, da ben 20 giorni, le centraline dell’Arpa segnalano valori al di sopra dei limiti consentiti dalla legge, ovvero 50 microgrammi per metro cubo. Servono dunque interventi urgenti ma non solo, come confermato da Carmine Trecroci, Presidente di Legambiente Brescia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata