Mario Giudici è un imprenditore originario della Valsolda, magnifica valle dove l’incantevole cittadina italiana di Porlezza, nella provincia di Como, confina con l’altrettanto ridente Gandria, il primo comune che si trova varcando il Confine di Stato tra Italia e Svizzera laddove il lago Ceresio bagna Lugano da Paradiso fino a Castagnola e poi arriva a Gandria, entrando in territorio italiano proprio a Porlezza. Una passeggiata da non mancare.

Mario è un uomo prestante e sportivo e sebbene fosse portatore da anni di una leggera ipermetropia e di un po’ di astigmatismo, tuttavia i due difetti visivi non gli avevano impedito di svolgere una vita tutto sommato abbastanza soddisfacente dal punto di vista visivo.

I problemi erano cominciati a 47 anni, quando ai suoi difetti per lontano si è aggiunta la presbiopia che arriva inesorabilmente più meno attorno ai 45 anni a complicarci la vita, perché ci obbliga ad inforcare gli occhialini da lettura, che poi ci accorgiamo dover indossare anche per utilizzare il cellulare, e poi per scrivere un testo al computer. La situazione si complica quando infine ci rendiamo conto di non veder più bene nemmeno quando guidiamo, perché le targhe delle macchine davanti a noi e i cartelli stradali non si leggono più con l’immediatezza necessaria: non ci sentiamo più sicuri alla guida.

“Avevo già sentito parlare del Dottor Pinelli da amici che erano rimasti soddisfattissimi dei rispettivi interventi agli occhi che avevano loro cambiato la vita, così avevano detto. Poi una sera mi è capitato di seguire una trasmissione televisiva dove in un’intervista il dottore spiegava la particolarità degli interventi proposti nel suo istituto di Lugano: Ho pensato che eravamo così vicini ed ero così curioso di sapere se avrebbe potuto risolvere la mia situazione che fissai subito un appuntamento:”

La prima consulenza di idoneità del Signor Giudici con il Dr. Pinelli e il suo team allo Switzerland Eye Research Institute di Lugano Paradiso risale al marzo del 2016. Dopo un accurato assessment della sua capacità visiva e delle sue condizioni oculari generali per valutare la possibilità di poter intervenire con una procedura non-chirurgica che utilizza la luce, il Dr. Pinelli ha potuto fornire l’idoneità ad un intervento bilaterale con la tecnica Pinelli Presby Profile®, che elimina sia i difetti per lontano (nel caso di Mario ipermetropia ed astigmatismo), sia la presbiopia che inficia la visione per vicino.

Vive a Claino con Osteno (CO)
La prima visita risale a marzo 2016 ed è stata data idoneità a intervento bilaterale con tecnica Femtolasik.

La sua visione precedente all’intervento era comunque differente nei due occhi. Nel occhio destro Mario non arrivava alla diiottria di astigmatismo e ipemetroia, mentre nel sinistro l’ipermetropia ma soprattutto l’astigmatismo era un più elevati. La visione generale era però peggiorata con il presentarsi della presbiopia.

“Ero proprio stufo di dover cercare dappertutto gli occhiali e mi rendevo conto che più passava il tempo, più il problema si faceva evidente. Mi infastidiva anche riscontrare un peggioramento della visione da lontano, che prima di allora  non era mai stato un grande problema.”

“Il Dottor Pinelli mi ha spiegato che la Pinelli Presby Profile® è una Femto Lasik X-tra messa a punto specificatamente per risolvere sia i difetti visivi per lontano, sia la presbiopia per vicino, attraverso l’uso di un algoritmo che egli ha disegnato e che si adatta perfettamente alle caratteristiche di ogni singolo paziente. Mi sono immaginato a sciare senza limitazioni e durante i miei viaggi, ne faccio parecchi durante l’anno, senza quegli orrendi occhialini sul naso quando sfoglio una guida o mi oriento su google maps.”

L’intervento è stato eseguito il 31 marzo 2016 e Mario Giudici è molto soddisfatto a distanza di un anno del risultato ottenuto. La sua visione oggi è di 12/10 e non necessita più di alcun tipo di occhiale.

“Fra pochi giorni è il mio primo compleanno con i mie nuovi occhi. Beh, devo dire che è stato un anno diverso e meraviglioso. Ricordo il giorno dell’intervento come un bellissimo momento: pochi minuti di procedura indolore e musica in sala operatoria. So che sono stati utilizzati tre diversi fasci di fotoni, ma se devo dire la verità io non mi sono accorto delle diverse fasi della procedura. Dopo pochi minuti ero di nuovo in macchina e tornavo a casa. Questa volta il lago era alla mia destra e, devo dire, non mi è mai apparso tanto meraviglioso!”

Per approfondire:

Pinelli Presby Profile®- cliccate qui

Femto Lasik X-tra – cliccate qui

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata