In Lombardia i prezzi della Rc auto sono aumentati del doppio rispetto alla media nazionale, ma Cremona è ancora più penalizzata delle altre province lombarde: le polizze costano il 5,61% in più rispetto all’anno scorso e a febbraio il dato medio è di 410 euro, meno della media nazionale, più alta del 22%: un divario che però si riduce, come risulta dall’Osservatorio di Facile.it. In Lombardia l’aumento medio è del 3,02%, quasi la metà che nel Cremonese. Per gli automobilisti una difficoltà in più, visto che la rete stradale della provincia di Cremona è lunga ben 850 chilometri e costosa da mantenere, con i suoi percorsi spesso stretti e tortuosi, dato che collega 115 Comuni e numerose frazioni, passando un fitto reticolo di corsi d’acqua minori. Per l’amministrazione provinciale, alle prese con il taglio dei finanziamenti, l’impresa si fa complicata e il continuo incremento di veicoli immatricolati rende ancora più fitto di sorprese il traffico dei veicoli. Il tasso di incidentalità in alcune arterie intensamente percorse è più elevato, come lungo la Paullese. Le amministrazioni comunali stanno riorganizzando la viabilità, con obiettivi ricorrenti, come una maggiore sicurezza, la riduzione dell’incidentalità e la protezione di ciclisti e pedoni. Le proteste contro le condizioni in cui si trova il manto stradale, a Cremona come a Soresina e in vari centri, hanno indotto i Comuni a compiere lavori in serie ma le risorse sono molto più scarse che nei decenni precedenti e gli spostamenti in automobile sono diventati più accidentati, con pericoli ovunque. E assicurarsi diventa oltretutto più costoso. Solo in due province i rincari della Rc auto sono più alti che a Cremona: a Mantova, dove l’impennata è del 7,67%, e Lecco, che segna +6,21%. Solo a Como, dove il dato è negativo dello 0,6%, la polizza è in ribasso e costa meno. In assoluto, però, Milano con una media di 446 euro è la provincia in cui assicurazione un’automobile costa di più: Cremona, nella sua rincorsa, è arrivata a 410 euro.

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata