Autodeterminazione, fine vita e laicità. Proprio nei giorni in cui il Parlamento riconosce nel ddl sul Biotestamento la necessità per il medico di rispettare le volontà del paziente sui trattamenti di fine vita, la questione torna al centro del dibattito pubblico grazie ad un incontro per approfondire tematiche e quadro normativo vigente. Nella serata sono centrali anche le questioni relative al proprio corpo e alle proprie scelte e orientamenti sessuali. L’appuntamento è per domani sera, alle ore 21 all’Arci di Cremona.   I relatori saranno Mario Riccio, rianimatore, già medico di Piergiorgio Welby e membro della Consulta di Bioetica; Luca Bonzanini della Chiesa Pastafariana di Cremona e Gabriele Piazzoni, segretario nazionale dell’Arcigay

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata