In questa puntata come sempre abbiamo parlato del “Metodo Zangirolami”, utile per perdere peso in eccesso e soprattutto per mantenere i risultati, senza l’uso di farmaci o di integratori, senza diete ipocaloriche o iperproteiche, ma basato su uno stile di vita che migliori il metabolismo.

In studio insieme al dott. Fabrizio Reggiani, esperto del Metodo Zangirolami abbiamo commentato alcune notizie di attualità, che confermano quanto già sperimentato con il metodo stesso.

Sfatato il mito del esercizio fisico: fa bene, ma non “controlla” il peso. Lo dice uno studio americano: fare sport porta tanti altri benefici, ma il dimagrimento si ottiene solo curando l’alimentazione. Non è l’esercizio fisico la chiave per controllare il peso corporeo, come si potrebbe essere portati a pensare, ma piuttosto altri fattori tra cui la dieta. E’ quanto sostiene uno studio della Loyola University di Chicago. I risultati di questo studio indicano che l’attività fisica può non proteggere dall’aumento della massa grassa. Per la ricerca sono state prese in esame 1.944 persone, tra i 25 e i 40 anni, provenienti dagli Stati Uniti e da altri quattro Paesi: Ghana, Giamaica, Sudafrica e Seychelles. Per verificare il livello di attività fisica è stato chiesto loro di indossare un accelerometro per una settimana e sono stati misurati altri fattori come peso, altezza e grasso corporeo all’inizio, dopo un anno e dopo due.

Dai risultati è emerso un dato che ha sorpreso gli studiosi: l’aumento di peso totale in tutti i Paesi è stato maggiore tra coloro che rispondevano ai criteri delle linee guida per l’attività fisica. Ad esempio, gli americani che seguivano una rigida tabella di attività fisica risultavano aver guadagnato peso, mentre quelli che non soddisfacevano i criteri sono dimagriti.

Inoltre abbiamo discusso del fatto che I teenager italiani sono più pigri e obesi rispetto ai loro coetanei del resto d’Europa. A lanciare l’allarme per la salute dei giovani è un rapporto dell’Oms (Organizzazione mondiale della sanità), che ha preso in esame ragazze e ragazzi dagli 11 ai 15 anni tra 2013 e 2014. E’ obeso e sovrappeso il 30% di 11enni e 13enni, mentre per i 15enni il dato si abbassa al 25%.

In studio con noi presenti anche il sign. Salvatore Caccamo, 60 anni, dimagrito di 57 kg in 12 mesi passando da 154 kg a 97 kg . Il suo era un quadro patologico piuttosto grave: in seguito al diabete mellito di tipo 2 è andato in coma diabetico per ben due volte. Inoltre aveva anche gravi problematiche di circolazione nella gambe. Oggi per fortuna, grazie a questi 57 kg in meno, sta meglio ed ha scongiurato interventi chirurgici importanti.

Come seconda testimonianza abbiamo il sign. Tiziano De Caro, 47 anni, passato da 103 kg a 80 kg in sei mesi. Oggi porta la taglia 50, dicendo addio una volta per tutte alla taglia 58… Anche per lui, questa perdita di peso è avvenuta senza sentire i crampi della fame, mangiando di più rispetto a prima!

Qui potete leggere l’intervista sul Giornale.it del Dottor Ivan Zangirolami, nella quale racconta quanto sia efficace il “metodo Zangirolami” per rimanere sempre in forma.

 

Il dottore Ivan Zangirolami è anche autore del libro “Chi ha detto che per dimagrire bisogna mangiare poco?”, in cui si può capire cosa entra in gioco con il cibo, che importanza hanno gli orari dei pasti e il tipo di alimenti da assumere. Per chi desidera acquistarlo clicca QUI!

Contatti:

www.metodozangirolami.it

Centro Zanzirolami di Milano: Via Burlamacchi 11 Porta Romana tel 02/5450652

Centro Zangirolami di Carpi: Via 3 febbraio tel 059/654239

Per appuntamenti al centro di Brescia chiamare tel 02/5450652

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata