Questo Sabato abbiamo visto un corteo di 3mila persone con palloncini colorati e slogan “per la libertà di scelta vaccinale“. Partito da largo Cairoli e diretto ai giardini pubblici Indro Montanelli a Milano. Una protesta dei genitori che contestano le vaccinazioni obbligatorie introdotte dal ministero della Salute con diversi slogan “Giù le mani dai bambini“, oppure “Lorenzin ritira la tua legge, noi non siamo il tuo gregge“. Questi sono stati i cori urlati a ripetizione dai genitori, che in strada hanno portato anche i bambini.

Inizialmente i manifestanti erano circa 400, sono aumentati via via, diffondendo volantini informativi contro il provvedimento voluto dal ministero della Salute che prevede che i bambini siano protetti da almeno 10 malattie come condizione per l’iscrizione a scuola.

“L’unica epidemia è la mancanza di libertà” sostengono, e propongono “libertà di scelta, vaccini puliti, vaccini singoli e farmaco vigilanza”. Sono comparsi alcuni cartelli con le scritte: “Solo i senatori assassini votano leggi criminali” e “I vaccini non sono scienza”.

Questa non è solo una manifestazione ma la battaglia,  i nostri antenati hanno combattuto duramente per ottenere finalmente il DIRITTO DI SCEGLIERE, e con questa legge ce la vogliono portare via.

Come dicono i manifestanti non chiamateci i no vax perché non lo siamo, vogliamo trasparenza:

  • vaccini più puliti
  • vaccini singoli
  • informazioni complete
  • farmacovigilanza
  • test pre-vaccinali
  • zero danni a breve o lungo termine

 Ecco perché questa non è una battaglia contro i vaccini ma contro l’obbligo di imporre ai genitore di vaccinare i propri bambini. Come scritto in uno dei cartelli dei genitori scesi in piazza “Se c’è il RISCHIO non c’è L’OBBLIGO“.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata