E’ iniziato il nuovo ciclo di trasmissioni di Laboratorio Salute condotto da Micol Baronio. In questa puntata i nostri ospiti hanno parlato di medicina naturale e depurazione, “Naturografia” (una nuovo tipo di arte). Come sempre la serata è stata movimentata da bellissime dimostrazioni sul palco, in particolare di danza orientale.

Di seguito la presentazione dei vari ospiti ed i relativi argomenti affrontati.

Il Dottor Roberto Calcaterra è Medico, Alimentarista, Gastroenterologo, Omeopata e chinesiologo, che ha sposato da vari anni lo stile di vita Vegano. Assieme al dottore affronteremo in questo nuovo ciclo di trasmissioni di Laboratorio Salute, una volta al mese, alcune tematiche importanti in merito a diverse patologie degenerative. Insieme cercheremo di capire come si può guarire con la omeochinesiologia grazie anche all’utilizzo di integratori naturali che possono coadiuvare un equilibrio utile per una buona salute. In questa puntata in particolare abbiamo parlato di intestino-primo cervello, microbiota, disbiosi, stipsi, diarrea, candidosi, alimentazione ed intolleranze alimentari. Grazie all’utilizzo di integratori naturali

Roberto Ghezzi è artista, pittore ed ideatore della “Naturografia”, una tecnica pittorica non umana. L’artista prende il materiale all’origine, nel suo caso una tela o una lastra di ferro, e la pone a diretto contatto con la natura. Un giorno, il 2 febbraio 2015, spinto dalle sue riflessioni e dalla passione per la natura, è uscito fuori di casa con una tela bianca e l’ha appoggiata in piedi, sul corso di un torrente vicino a casa mia, in modo che solo la metà fosse sott’acqua. In questo modo, terra, acqua e aria avevano la possibilità di agire ciascuna su una parte del supporto. In seguito, ha fissato altre tele e lastre, di dimensioni diverse, montate su dei supporti, su terreni e corsi d’acqua, lasciandole in balia della natura e dei suoi elementi, monitorando quotidianamente e documentando con foto e video le modifiche che la natura stessa apportava ai materiali. In seguito ha deciso quando fermare questo procedimento, togliendo le opere e fissandole con resine e materiali naturali. Non ha agito o modificato in alcun modo quello che la natura aveva fatto, si è limitato a fissare il suo lavoro sul materiale che le aveva fornito e a decidere razionalmente quando era il momento di farlo. La natura nuova si deposita sopra quella vecchia e il supporto la mantiene, non c’è alcun recupero. Ha scoperto che il giusto equilibrio per ottenere un’opera va da uno a sei mesi, oltre i quali la tela e la lastra si rovinano, anche se ciò può accadere anche prima. Dietro ogni opera sono indicate le coordinate e il tempo di esposizione, in modo che chi guarda sappia esattamente dove e in quanto tempo l’opera si sia creata. In più, sulle pareti della mostra, ha voluto mettere delle mappe dei luoghi, in una perfetta armonia e intonazione con le opere stesse.

Il suo obbiettivo sarà quello di portare le sue opere in più luoghi possibile, arricchendole di esperienze e contenuti nuovi, perché il suo lavoro di sperimentazione sta continuando senza sosta per arrivare a gestire gli elementi così come fa con i colori. Il suo intento, infatti, è quello di poter avvalorare e provare ciò che adesso è solo intuizione: dietro al “caos” della natura esiste un ordine troppo complesso, che forse non riusciamo ancora a comprendere.

Ed infine sul palco si sono esibite le danzatrici Suanno Dance School & Show Creations di Milano. Emanuela Suanno è nata a Milano dove fin da giovanissima ha cominciato a lavorare come performer.  Ha studiato danza e musica presso il M.A.S di Milano. Ha conseguito nel 2008 la laurea a pieni voti in Music, Arts and Entertainment Management presso la Buckinghamshire New University in Inghilterra, ed è proprio a Londra che Emanuela scopre e inizia a studiare le danze orientali. Da molti anni lavora come performer e danzatrice del ventre negli eventi più prestigiosi d’Italia e all’estero. Si è esibita in molte trasmissioni televisive come performer su reti nazionali e locali. Nel 2011 decide di aprire la Suanno Dance School & Show Creations con sede a Milano. Nel gennaio 2014 vince 3 medaglie d’oro ai Campionati Italiani Assoluti classe Master a Rimini, classificandosi prima in tutte le discipline, tra cui Oriental, Show and Folk. Nel maggio 2014 vince 2 ori e 1 argento ai Campionati del Mondo a Mosca, classificandosi prima in Oriental e Show, e seconda nel Folk. I successi nelle competizioni continuano classificandosi agli euroropei disputatisi a Sochi nel 2015: terza in oriental dance, prima nello show e seconda nel folk. Anche i campionati italiani sono un successo nel 2016, con un primo posto nello show e due secondi posti nell’oriental dance e folk.

 

La Suanno Dance School è a Milano in zona Loreto. Al suo interno si possono trovare varie attività legate alla danza, come danza del ventre, bollywood, lindy hop, country, danze polinesiane, ma anche attività per la cura della persona, come pilates, yoga, zumba ecc. La scuola è diretta da Emanuela Suanno.

 

Contatti:

Dottor Roberto Calcaterra

www.robertocalcaterra.maradinoia.it

mail: kalkatraz@libero.it

Milano – viale Corsica 37 – Tel 02/717618

 

Roberto Ghezzi

www.robertoghezzi.it

r.ghezzi@yahoo.it

cell: 349-5261453

 

Emanuela Suanno

www.suanno.com

SUANNO Dance School & Show Creations

TELEFONO: 02 84576720

EMAIL: info@suanno.com

 

La trasmissione è stata offerta dall’azienda ‘Named’, che si occupa di medicina naturale dal 1988.

sito web: http://www.named.it/italiano/

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata