LEAL Lega Antivivisezionista denuncia quello che evidentemente per le istituzioni e politici emiliani non è un problema prioritario: è in fase di progettazione un altro maxi allevamento di suini in fase di progetto a Zerbinate nel Comune di Bondeno (Ferrara). Anche questo allevamento è griffato BIOPIG di Cascone Luigi società che a Zerbinate vorrebbe giocare al raddoppio: oltre al maxi allevamento di Finale Emilia di cui LEAL si sta occupando con la consegna di una petizione firmata da 70.000 cittadini che chiedono di bocciare il progetto. Il secondo progetto di un secondo impianto di biogas che giustificherebbe l’ingiustificabile: ovvero un insediamento di 50.000/60.000 suini proprio sugli 80 ettari dell’allevamento Ferrari in fallimento e già acquisiti da Cascone. Ricordiamo che poco distante, a Burana è attivo a pieno ritmo un altro allevamento di Cascone con 20.000 maiali che sta già rendendo invivibile la zona. Non si può neppure immaginare come potrebbe diventare il territorio con altri due allevamenti da 50/60 mila animali l’uno. La logica del guadagno viene applicata alla produzione del biogas fattibile con gli allevamenti intensivi ovvero lager dove i maiali vivono 6 mesi, stipati nei capannoni, mezzo metro quadro di spazio ciascuno, crescendo innaturalmente fino ai 160 chili, i piccoli schiacciati sulle grate dagli adulti, gli occhi e i polmoni bruciati dall’aria resa irrespirabile dall’ammoniaca delle deiezioni.

 

PETIZIONE https://www.change.org/p/ministero-della-salute-blocchiamo-il-progetto-di-un-nuovo-super-allevamento-da-50-000-maiali-a-zerbinate-fe

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata