Ignoti hanno danneggiato la statua dedicata ad Angelo, il cane torturato e ucciso a Sangineto, Calabria. Il  monumento ad Angelo  era stato inaugurato nel Parco Ravizza del quartiere Monteverde di Roma il 21 gennaio 2017. A denunciare l’accaduto è Rinaldo Sidoli, responsabile centro studi del Movimento Animalista:

«Avete distrutto un simbolo di pace e amore. Avete ucciso un’altra volta Angelo. Quella statua rappresenta il rispetto della vita affinché non vinca sempre la cultura della violenza e della morte», ha scritto in una nota l’esponente che spiega che è stata già presentata una denuncia presso le autorità competenti.

I 4 responsabili delle sevizie sono stati condannati, lo scorso maggio, a 16 mesi da scontarsi facendo volontariato in un canile. Il giudice ha, inoltre, condannato gli imputati a risarcire il comune di Sangineto, le parti civili e le associazioni animaliste (una ventina), con duemila euro ciascuno.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata