Brescia. Sei persone, tra cui due bambini, sono decedute oggi in un incidente avvenuto attorno alle 12 sull’A21 nel tratto fra Brescia Sud e Brescia Centro, in direzione Nord. Un camion con cisterna, carica di liquido infiammabile, si è scontrato con un altro Tir, il cui autista è morto, coinvolgendo nello schianto un’automobile con a bordo cinque persone, tre adulti e due bambini, tutti morti. Da quanto risulta, un Tir ha tamponato un’auto ferma per un incidente avvenuto poco prima, e poi ha urtato l’autocisterna da cui si è sviluppato l’incendio. L’autostrada è stata chiusa in entrambe le direzioni, fra Brescia Centro e Manerbio, per permettere il transito ai mezzi di soccorso. La situazione si è particolarmente complicata a causa di un vasto incendio che ha coinvolto i mezzi in coda. In cielo si è alzata una colonna di fumo visibile a diversi chilometri di distanza, e una nebbia di fumo che ha avvolto la zona dell’incidente. La ricostruzione della dinamica è affidata alla Polizia stradale, accorsa sul posto assieme ai vigili del fuoco e ai soccorritori del 118. E’ stato necessario anche l’intervento dell’elisoccorso, mentre il fumo nero rendeva difficili le operazioni e il traffico entrava in crisi in un’ampia zona circostante. Le prime informazioni parlavano di una persona in gravi condizioni, poi con il passare del tempo gli effetti dello schianto si sono rivelati eccezionalmente tragici, tanto più in uno snodo di traffico tra i più frequentati. L’A21 infatti collega Torino e Piacenza e a pochi chilometri di distanza si innesta sull’A4 Milano-Venezia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata