Parliamo ora di politica e delle prossime elezioni nazionali del 4 marzo. Il nostro direttore Pierluigi Baronio ha raccolto l’appello di Luigi Di Maio di farsi avanti come esponente della società libera, indipendente e competente accettando la candidatura al Senato della Repubblica per il Movimento 5 Stelle nel collegio uninominale di Piacenza (che comprende anche la provincia di Parma). Danilo Toninelli, volto noto del Movimento, ha presentato Baronio e Filippo Ghigini, in corsa per la Camera, nella conferenza stampa organizzata ieri alla Casa delle Associazioni di via Musso, sottolineando come i candidati siano espressione del territorio a differenza degli altri partiti che hanno invece privilegiato diversi catapultati. Per il nostro editore, sono diverse le gravi problematiche da affrontare con urgenza.

Nello specifico Piacenza è in trincea, circondata da inceneritore, centrale Edipower, cementifici, autostrade e un forte carico di traffico veicolare. Nell’ultimo anno il territorio, di una bellezza mozzafiato e decisamente particolare, ha mostrato tuttavia la sua fragilità con una siccità spaventosa e prima con un’esondazione che ha causato morti.

Questo sarà il primo impegno di Baronio, quello di combattere fattivamente per la tutela dell’ambiente. Ghigini è invece un “system integrator”, opera nel mondo delle telecomunicazioni e dell’informatica. E si candida per affrontare innanzitutto le problematiche delle imprese. Toninelli ha infine sottolineato che Piacenza è una città che invecchia più delle altre e dove nascono meno bambini. Da qui l’urgenza di affrontare il problema delle pensioni e di dare vita ad un vero piano occupazionale per le nuove generazioni.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata