Continua a ritmo serrato il turn-over dei negozi del centro storico, fra chiusure e nuove aperture, nel quadro di una crisi che dura ormai da un decennio. In corso Campi un negozio d’abbigliamento ha cessato l’attività, sgombrando anche i locali da alcuni giorni, per far posto a un negozio di ottica. In via Mercatello il negozio di abiti da sposa ha abbassato definitivamente le saracinesche, mentre si sta trasferendo in centro da via Buoso da Dovara un negozio di corsetteria e sanitari. Non c’è sintonia commercianti e amministrazione comunale, le cui strategie spesso vengono criticate duramente dalle associazioni di categoria, tanto più dopo i continui insediamenti di nuovi supermercati. Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Marcello Ventura si fa portavoce dell’insoddisfazione e delle richieste di numerosi negozianti presentando un’interrogazione che chiede un provvedimento rivoluzionario: far pagare il parcheggio ai clienti dei centri commerciali. Una delle cause della crisi indicate dai commercianti è infatti la difficoltà di trovare parcheggio in centro, rispetto alla comodità di chi frequenta i centri commerciali. Ventura lamenta poi lo stato di degrado del centro storico, per la mancanza di pulizia, bottiglie e cartacce lasciate ovunque, lo stato di abbandono delle due gallerie XXV Aprile e Kennedy, la scarsa considerazione del Comune per corso Garibaldi e polemicamente fa notare che nelle città vicine si assiste a un ritorno dei negozi nel centro storico. Altra proposta del consigliere di Fratelli d’Italia è di far rispettare ai centri commerciali gli stessi orari di chiusura dei negozi. La richiesta è dunque di un cambiamento di tendenza profondo. Al sindaco Gianluca Galimberti e agli assessori di riferimento Ventura chiede se in corso Garibaldi sarà installata la pavimentazione di pregio promessa all’inizio del mandato, e se ci saranno agevolazioni per i commercianti che vorranno aprire un negozio nel corso e nelle due gallerie, ormai pressoché spopolate.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata