Il ritardo di 43 minuti segnato stamattina dal Brescia-Cremona delle 8.40 è solo l’ultimo esempio di una serie di disservizi, sino a indurre il Codacons a emettere una diffida verso Trenord, accusata di esporre i viaggiatori di tutta la regione a “un’Odissea tra disagi e cancellazioni”. L’associazione di consumatori critica la “mancanza di sicurezza e manutenzione”. Ci sono “pochi convogli, sovraffollati e con gente in piedi, che viaggiano a più di 60 chilometri all’ora, con una manutenzione inadeguata e carente”.
Il Codacons descrive una dura realtà: “è miracoloso vedere un treno in orario. I ritardi e le cancellazioni sono all’ordine del giorno e non è di certo solo causa del maltempo dell’ultimo periodo”. La richiesta dell’associazione di tutela dei diritti dei consumatori chiede “più efficienza perché è arrivato il momento di dire basta. I pendolari sono stufi di tutto questo”.
Oggi il settimanale “Panorama” ha rivelato uno dei passi avanti compiuti dalle indagini sul disastro di Pioltello, dove lo scorso 25 gennaio sono morte tre donne e 50 viaggiatori della Cremona-Treviglio sono rimasti feriti. Nel novembre 2017 il personale addetto alla manutenzione aveva già compilato una lista dei problemi della linea e delle azioni correttive necessarie, compilata raccogliendo tutte le segnalazioni, comprese quelle sulle condizioni critiche di alcuni giunti. Si tratta di una lista che la magistratura avrebbe trovato nei computer sequestrati a Rfi, ma che non è ancora stata visionata e controllata dagli inquirenti. La zeppa di legno inserita sotto il giunto del binario che il 25 gennaio ha ceduto non è prevista dalle normative tecniche.
Lo sciopero di oggi, indetto dai sindacati Usi, Usb, Cobas e Cub, che si concluderà alle 21, ha comportato la chiusura di numerose biglietterie e la soppressione di treni, anche sulle linee cremonesi, al di fuori dalle fasce di garanzia, dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21. L’ex assessore regionale ai trasporti Alessandro Sorte, da parte sua, è stato eletto deputato a Bergamo nelle liste di Forza Italia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata