Tagliare di metà la produzione e il consumo globali di carne e prodotti lattiero-caseari entro il 2050 per “evitare i cambiamenti climatici” e realizzare gli impegni dell’accordo di Parigi. E’ quanto chiede Greenpeace Europa in un rapporto pubblicato in questi giorni, che ha per obiettivo principale la riforma della Politica agricola comune.

“I nostri governi – dice Marco Contiero di Greenpeace Europa – devono garantire che l’imminente riforma della Pac acceleri il passaggio a una produzione sostenibile di ortaggi e verdure e a ridurre gli allevamenti, ritirando il sostegno della produzione animale intensiva”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata