Utu guarda con riconoscenza i suoi soccorritori: è lui uno dei due giovani orangotanghi salvati da una gabbia minuscola, dove si trovava rinchiuso come animale da compagnia sull’isola del Borneo. L’altro è Joy, il quale, come Utu, avrà bisogno di qualche anno prima di riuscire a gestirsi autonomamente e poi tornare in natura.Un terzo orangotango, Tomang, è stato soccorso in un villaggio nella stessa provincia di Kalimantan Ovest, dove veniva inseguito dai residenti perché mangiava la frutta dagli alberi. Ora è stato trasferito al parco nazionale di Gunung Palung.La popolazione degli orangotanghi del Borneo si è dimezzata dal 1999, con la scomparsa di circa 150.000 scimmie, un fenomeno largamente dovuto alla deforestazione, secondo i ricercatori. Tra gli altri principali fattori della diminuzione degli orangotanghi la caccia di frodo, secondo uno studio pubblicato sul giornale Current Biology.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata