Nonostante i dati preoccupanti sul consumo di suolo, la Regione Emilia Romagna ha approvato una nuova legge urbanistica che rischia di sottrarre alla mano pubblica il ruolo di pianificazione, affidandolo ad accordi operativi con i privati. Di questo si è parlato in un convegno di Italia Nostra a Piacenza, nel fine settimana. Secondo l’associazione serve maggiore serietà nella tutela del territorio, con leggi e regole che non vadano, nella pratica, in direzione contraria a quanto prefissato nella teoria. Sentiamo Giuseppe Calstelnuovo, responsabile Legambiente e Italianostra

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata