Piacenza. Disco verde al nuovo piano di emergenza previsto dalle norme nazionali sula sicurezza per la diga di Mignano, di Piacenza, che diventa così la prima ad ottenere questo via libera in Emilia Romagna. Questo documento serve a gestire in modo coordinato, programmato e sicuro ogni situazione di rischio legata alla presenza di una diga nel territorio, prevedendo gli interventi nei casi di ipotetico collasso dell’invaso, di rilasci molto abbondanti di acqua o del propagarsi di un’onda di piena, spiega la nota della Regione. Questa approvazione da parte della Giunta regionale è il frutto di un lavoro durato mesi da parte dei tecnici dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile. “Il via libera al piano giunge al termine di un approfondimento che ha impegnato alte professionalità con un elevato livello di competenze – ha sottolineato l’assessore regionale alla protezione civile, Paola Gazzolo -. La priorità della Regione Emilia-Romagna è la sicurezza delle popolazioni, di chi vive e lavora sul territorio: il documento approvato va in questa direzione, stabilendo in modo preciso la catena di comando e il sistema delle responsabilità, utili anche per il collaudo che sarà curato dal Consorzio di bonifica, gestore della diga”. Nel dettaglio, i piani di emergenza servono a definire le strategie operative e le azioni da mettere in campo per l’allertamento, la prevenzione, la gestione dell’emergenza e l’assistenza alla popolazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata