47.000 km² di foresta amazzonica in pericolo: il presidente brasiliano sacrifica foreste preziose. Ha reso disponibile un’ampia area protetta per lo sfruttamento dell’industria agraria e mineraria. È un “dono” che consente ai poteri economici del suo paese di rimanere al potere e di sfuggire alle accuse di corruzione. Per cercare di salvare queste foreste la petizione da firmare è sul sito salviamolaforesta.org

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata