Momenti di tensione durante lo sgombero, da parte della polizia, degli appartamenti in via Palmanova, a Milano, un occupante è salito in piedi sulla finestra del quarto piano per bloccare le operazioni che, comunque hanno portato alla liberazione di tutti gli alloggi. La sua posizione precaria ha costretto gli agenti a disporre con i vigili del fuoco un materasso di sicurezza. Poi i I vigili del fuoco sono intervenuti con una scala dall’esterno, l’uomo è scappato verso l’interno dell’abitazione ma è stato bloccato dagli agenti che si erano già posizionati. Le operazioni di sgombero sono terminate con l’allontanamento di tutti gli abusivi. Una decina di manifestanti, per alcuni minuti, si sono presentati dal lato opposto della strada per reazione allo sgombero ordinato dal questore Marcello Cardona. L’intervento era iniziato alle 9 e si era sviluppato sui due piani dello stabile dove si trovavano gli appartamenti occupati, con l’accesso del personale della Polizia di Stato dislocato a ogni singolo piano e diretto, ognuno, da un funzionario per poter effettuare le operazioni di controllo in modo simultaneo con l’ausilio dei vigili del fuoco per aprire le abitazioni chiuse. Per consentire le operazioni di sgombero, il traffico in zona è stato deviato con ripercussioni sulla viabilità. Alla fine, le forze dell’ordine hanno provveduto a raccogliere i nominativi dei residenti nelle unità abitative occupate abusivamente e provveduto al loro allontanamento, d’intesa con Metropolitane Milanesi per la messa in sicurezza dell’edificio. Lo sgombero era stato deciso nella riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza presieduto dal prefetto di Milano Luciana Lamorgese, che lo considera un tassello nella strategia di sicurezza per la città.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata