I coralli, vivendo in simbiosi con micro alghe, sono diventati animali ‘highlander’: più antichi del previsto, sono coetanei dei dinosauri e risalgono a circa160 milioni di anni fa. Meno fragili delle attese, grazie a questa loro relazione di mutuo soccorso in passato hanno superato indenni tante crisi climatiche, e potrebbero sopravvivere anche all’attuale surriscaldamento della Terra. Lo dimostra lo studio pubblicato sulla rivista Current Biology, condotto dal gruppo dell’Università per la Scienza e la Tecnologia re Abdullah, in Arabia Saudita, e dell’Università di Stato della Pennsylvania, coordinato da Todd La Jeunesse e Christian Voolstra. Questi organismi in simbiosi, che gli esperti chiamano dino flagellati, sono la base delle barriere coralline. Per risalire alle loro origini, i ricercatori hanno affiancato alle tradizionali indagini morfologiche analisi genetiche comparative del loro Dna, grazie anche a modelli al computer. Dalle analisi emerge che, contrariamente a quanto si pensava, esisterebbero centinaia o addirittura migliaia di specie di questi organismi in simbiosi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata