Sono entrambi affetti da varie patologie pregresse i due pazienti brianzoli ricoverati per legionella all’ospedale di Desio (in provincia di Monza). Il 78enne di Cesano Maderno, grave e in prognosi riservata, solo dopo approfonditi accertamenti è risultato affetto da legionellosi, diagnosi meno immediata forse proprio a causa delle diverse patologie da cui è affetto. Come per gli altri casi, per poter fare una previsione realistica del decorso e della gravità delle condizioni dei pazienti che contraggono il batterio, è necessaria dopo la diagnosi circa una settimana di cure. Si tratta dei primi casi registrati in Brianza dopo l’epidemia che ha colpito il Bresciano con oltre 200 casi, di cui 23 da legionella. In prognosi riservata, ma in condizioni stabili, un pensionato di 89 anni residente a Desio, ricoverato da domenica nel reparto di Medicina, che sta rispondendo positivamente alle terapie. Nei giorni scorsi gli ospedali di Monza e Desio avevano già curato casi di polmonite da legionella, ma per pazienti provenienti da altre province.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata