Da domani fino a lunedì i divieti aumenteranno e i controlli saranno più frequenti: oltre al blocco del traffico, chi avrà freddo non potrà, con il riscaldamento, ottenere una temperatura superiore ai 19 gradi sia in casa che nei negozi, e neanche aiutarsi con una stufa sotto le tre stelle di classe emissiva, ci sarà una multa per chi accende fuochi, che si tratti di falò, barbecue o fuochi d’artificio, e nemmeno sarà tollerato chi rimane in sosta con il motore acceso. Sanzioni poi per gli agricoltori che volessero spandere liquami zootecnici, dato che l’utilizzo di diverse sostanze, in particolare l’ammoniaca, è responsabile del peggioramento della qualità dell’aria. Che per l’Arpa ieri è stata scarsa di nuovo, quinto superamento consecutivo della soglia di 50 mg per metro cubo per le polveri sottili pm10, facendo precipitare Cremona nella macchia rossa dell’inquinamento atmosferico fuorilegge. In via Fatebenefratelli la media giornaliera è stata 53, in piazza Cadorna 52, a Soresina 51 e a Crema 54, ma a Spinadesco le pm 10 sono arrivate a 59 e le più pericolose pm 2.5 a 48, quota ancora più alta che nelle città.

Da domani, nemmeno chi usa auto private diesel di categoria euro 4 potrà circolare a Cremona, nella zona di limitazione del traffico, dalle 8,30 alle 18,30. Per i veicoli commerciali diesel euro 4, invece, il limite finisce alle 12.30, consentendo ad artigiani e imprese di svolgere la propria attività.

L’anno 2018, però, supererà il limite dei 35 giorni annui e la media annua giornaliera di 40 mg, mentre l’aumento delle pm 2.5 si appresta a superare il limite annuale di 25 mg, come nel 2017. Un dato che rispetto al decennio scorso, quando i superi giornalieri erano più di cento, si abbassa a circa 50. Il progresso scientifico, come sottolinea da anni l’Arpa, aiuta. Il gas di scarico dei veicoli incide poi per il 43% delle polveri pm10, mentre l’usura di pneumatici e freni è più pericolosa dei gas, con il 57%. E il riscaldamento domestico, che molti tengono ancora spento, produce oltre la metà delle polveri.

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata