Soffia vento a chilometri orari oggi nel Cremasco e a Soresina, ma il sorvegliato speciale è il fiume Serio, che a Trezzolasco di Sergnano continua a far paura, gonfio e ormai uscito dal letto nei punti più critici, mentre il meteo annuncia ancora temporali nei prossimi giorni, dopo gli acquazzoni di ieri e oggi. E lo stato d’allerta della Protezione civile continua. A Crema la sindaca Stefania Bonaldi ieri ha emesso un’ordinanza urgente per chiudere la sede staccata del liceo Classico Racchetti in viale Santa Maria. Porte chiuse anche al ristorante Zanzibar e al parcheggio La Buca, troppo vicini al Serio. La punta massima della piena a Crema è stata raggiunta alle 23 di ieri al livello di 2 metri e 10 centimetri, ma da questa mattina il monitoraggio idrografico dell’Aipo rivela che a Ponte Cene, nel Bergamasco, il fiume è tornato a salire, con la conseguenza prevedibile che anche nel Cremasco il Serio riprenderà a gonfiarsi nel tardo pomeriggio, evocando il ricordo delle piene più gravi, ancora ben presenti nella memoria degli abitanti. Il paese più esposto è proprio Sergnano, dove oggi si tiene un’altra riunione, tra il sindaco, la protezione civile, i vigili del fuoco, l’ufficio tecnico e la polizia locale. Sono caduti alcuni alberi, l’argine maestro tuttavia non è finora minacciato. E’ la discarica Piacentini a procurare una delle preoccupazioni maggiori, perché si trova sulla riva del Serio, ed è stata esclusa dalla mappa regionale del rischio. Per questo motivo il consigliere regionale dei 5 stelle Marco degli Angeli sta per presentare una nuova interrogazione in consiglio regionale. E’ una montagnola alta fra i 10 e i 15 metri, che contiene fra l’altro pure sostanze tossiche e nocive, dato che si tratta di rifiuti accumulati negli anni Sessanta, ben prima della norma del 1983, nell’era in cui di politiche ambientali nemmeno si parlava ancora. Come già il consigliere comunale Enrico Duranti chiede da anni, anche Marco Degli Angeli domanda di inserire la discarica nel piano regionale per il rischio idrogeologico.

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata