Gondola®: nuova terapia per disturbi motori

Durante lo ‘Speciale Medicina Amica’ siamo tornati a parlare di Parkinson, la malattia neurodegenerativa progressiva più diffusa nel mondo, dopo l’Alzheimer. Con noi in studio il Dottor Stefano Tassin, ricercatore e fisioterapista ed ideatore della neurostimolazione periferica non invasiva chiamata Automated Mechanical Peripheral Stimulation (brevemente “AMPS“) erogata dal dispositivo medico GONDOLA®.

Per questo tipo di patologia non esistono registri ufficiali, ma i malati in Italia sono almeno mezzo milione (stime arrivano anche a 600 mila malati) e l’ Organizzazione Mondiale della Sanità) prevede un raddoppio dei casi entro il 2030. Anche le diagnosi di casi che colpiscono giovani sono in notevole aumento

In quasi nessuna delle Regioni italiane, anche a fronte della presenza di Centri di eccellenza, esiste un Percorso diagnostico terapeutico assistenziale (PDTA) per il Parkinson. Si trovano solo generiche indicazioni, spesso difformi, che lasciano troppo spesso i malati in una situazione di abbandono dopo la diagnosi.

Tutta la storia della terapia della malattia di Parkinson è legata ai tentativi, più o meno riusciti, di ovviare alla carenza di un neurotrasmettitore fondamentale per le funzioni motorie chiamato dopamina. Di fatto, nessuna delle tante terapie (si veda oltre) è finora risultata davvero risolutiva. Il Parkinson colpisce a livello dei cosiddetti Gangli della Base e in particolare in quello chiamato Sostanza Nera.

Arriva ora una terapia Automated Mechanical Peripheral Stimulation (brevemente “AMPS“), erogata da dispositivo medico portatile GONDOLA® in grado di ridurre i disturbi di movimento, di migliorare l’equilibrio, e di trattare il problema del freezing della marcia. Il dispositivo GONDOLA® eroga una neurostimolazione periferica non invasiva chiamata Automated Mechanical Peripheral Stimulation (brevemente “AMPS“).

L’efficacia di GONDOLA® nel migliorare i sintomi motori del Parkinson come la lentezza di movimento, i passi corti, i problemi di equilibrio e il freezing della marcia è stata documentata dai risultati di studi clinici e pubblicazioni scientifiche.

La terapia AMPS si basa su neuro stimolazioni di precise aree dei piedi attraverso impulsi meccanici controllati; queste stimolazioni consentono di migliorare il coordinamento motorio e attivano aree cerebrali coinvolte nella gestione del movimento, come è stato evidenziato in un studio clinico pubblicato sulla rivista scientifica PlosOne.

La terapia richiede pochi minuti, i benefici sono in genere presenti subito dopo il trattamento e nella maggior parte dei pazienti permangono per un periodo da 2 a 4 giorni.

Grazie al miglioramento della velocità e della qualità di cammino, al recupero dell’equilibrio, e alla significativa riduzione del freezing della marcia e dei blocchi motori, i pazienti si muovono con maggiore sicurezza, vivono con maggiore indipendenza e hanno una vita più autonoma, potendo avere così maggiore partecipazione ad attività sociali e lavorative.

I risultati consentono di avere un miglioramento della qualità di vita del paziente e di tutta la sua famiglia.

Il dispositivo medico GONDOLA® è stato sviluppato da Gondola Medical Technologies SA, azienda svizzera specializzata nelle attività di ricerca e sviluppo di nuove tecnologie nel campo della riabilitazione neurologica.

 

 

Per contatti:

Gondola Medical Technologies SA

www.gondola-parkinson.com

info@gondola.org

tel. 41 91 921 3838

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata