Oggi, abbiamo seguito il passaggio della piena del Po in un altro punto critico, quello alle porte di Cremona vicino a Spinadesco, dove la piena ha eroso le sponde sommergendo le radici di diversi alberi. Acque cariche di fango, di detriti e di rifiuti quelle che conquistano terreno e che rendono ancor più scuro il colore del Po, minaccioso con la sua larga portata e la sua velocità. Ne abbiamo parlato con un esperto del territorio, Fabio Guarreschi dell’Associazione “Il Nibbio Onlus”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata