Arnold Schwarzenegger assicura che le città degli Stati Uniti resteranno mobilitate contro il surriscaldamento climatico, anche se il presidente Donald Trump ha chiesto di uscire dagli accordi di Parigi sul clima. L’ex governatore della California e star di “Terminator”, che probabilmente prepara un ritorno in politica, è intervenuto alla 24esima conferenza sul clima dell’Onu, Cop24, a Katowice, in Polonia.

“Dobbiamo essere sicuri che tutti là fuori sentano il messaggio che ogni persona deve partecipare. Che si tratti di acquistare un’auto elettrica, di spegnere le luci e l’aria condizionata quando escono di casa, di avere dei pannelli solari a casa, qualsiasi cosa va bene, affinché tutti partecipino e noi tutti possiamo vincere”.

La Cop24 di Katowice doveva permettere a circa 200 paesi di mettersi d’accordo sulle regole per applicare gli accordi di Parigi del 2015, che puntano a limitare il surriscaldamento globale e i suoi effetti disastrosi.

“Non è perché Trump ha abbandonato gli accordi di Parigi, che l’America ha abbandonato. Perché tutti i nostri Stati, che sono sempre stati attenti all’ambiente, vanno ancora nella stessa direzione. Tutte le città d’America vanno nella stessa direzione, sono ancora dentro gli accordi di Parigi”.

Non si può dire che Schwarzy non sia coerente con la linea politica adottata durante i suoi due mandati (2003-2011) alla guida della California, il più ricco Stato americano: ha promulgato delle leggi che offrivano ai responsabili di Stato e alle amministrazioni locali degli strumenti per ridurre le emissioni di gas serra e ha promosso l’uso di energie rinnovabili e tecnologie verdi.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata