Cremona ll blocco del traffico, con le misure temporanee di primo livello, potrebbe scattare giovedì. Ieri è stato il quarto giorno consecutivo ampiamente oltre il limite delle polveri sottili cancerogene pm10, con una qualità ancora “molto scarsa” secondo l’Arpa. In via Fatebenefratelli il dato di ieri era 78 microgrammi al metro cubo e in piazza Cadorna è stato ancora più alto, 88, a Spinadesco 76, a Soresina 72 e a Crema 74. La media che riguarda la città di Cremona, 81, è più alta della media provinciale, 78, tanto più se si considerano le polveri pm 2,5, e le previsioni meteo parlano ancora di condizioni favorevoli all’accumulo di inquinamento atmosferico, senza pioggia né vento se non debole, e di nuovo nebbia e foschia, con temperature fra zero e otto gradi. La pubblica amministrazione, regionale o locale, non prende alcun provvedimento fino al quinto giorno consecutivo di superamento dei limiti, accontentandosi di insistere nella campagna di sensibilizzazione sull’importanza della qualità dell’aria per la salute. Il Comune, in una nota diramata stamattina, invita oltretutto i cittadini ad adottare comportamenti virtuosi, cioè riducendo quando possibile il funzionamento delle caldaie domestiche e i viaggi in automobile. Uno studio dell’Energy Policy Institute dell’università di Chicago, rilanciato dal Sole 24 Ore, ha certificato che chi vive nella pianura padana perde un anno di vita a causa delle polveri sottili, considerate “la più grande minaccia alla salute umana su scala planetaria”, ancora più pericolose del fumo, dell’alcol, delle droghe e degli incidenti stradali. A causa delle polveri sottili Cremona perde posizioni nelle graduatorie delle qualità della vita, ma oltre le statistiche non si va, la realtà dell’aria inquinata non cambia da decenni, malgrado le proteste rivolte dalle associazioni e dagli enti locali alla Regione. Il Comune, da parte propria, ogni anno approva il suo bilancio ambientale immancabilmente positivo, per le azioni di stretta competenza dell’amministrazione.

 

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata