La questione degli accordi per contenere i disastrosi effetti dei cambiamenti climatici rimane irrisolta all’indomani della Cop24 che si è conclusa il 14 dicembre in Polonia. Anche davanti all’emergenza ambientale ormai in atto e verificata dalla scienza, i Paesi non hanno saputo dettare regole precise per contenere l’innalzamento della temperatura entro 1,5 gradi, al di là dell’obbiettivo condiviso.

Il “Libro del Mondo” indaga poi sul fenomeno delle proteste dei Gilet gialli in Francia e sulle risposte arrivate dall’Eliseo. In Europa intanto un nuovo attentato di matrice terroristica a Strasburgo, che ha fatto contare 5 vittime, riporta l’attenzione sullo scenario internazionale, laddove le potenze ancora supportano o sfruttano la presenza di Daesh, tutt’altro che sconfitto, per portare avanti interessi nazionali e geopolitici. Prima tra tutte la Turchia di Erdogan.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata