Brescia. E’ di Stefania Crotti, di 42 anni e mamma di una bimba, il corpo della donna scomparsa giovedì sera da Gorlago, nella Bergamasca, e trovato nei campi ad Erbusco nel Bresciano ieri pomeriggio da un ciclista di passaggio. Lo hanno confermato gli inquirenti bresciani. Il marito della donna, che ha sporto denuncia di scomparsa, ha trascorso la mattinata dai carabinieri ma sarebbe estraneo ai fatti. La donna era svanita nel nulla dopo il lavoro e la sua auto era stata trovata fuori dall’azienda dove lavora. L’allarme era scattato ieri pomeriggio grazie a un ciclista che passava nella zona di Erbusco e che aveva notato il corpo e che, sotto choc, aveva chiamato i carabinieri. Il riconoscimento è avvenuto grazie alla fede che portava al dito. All’interno dell’anello era infatti presente la scritta con il nome del marito e la data del loro matrimonio avvenuto nel 2002. Servirà comunque l’esame del Dna per confermare che il cadavere sia effettivamente quello della donna, anche se per gli inquirenti non ci sono dubbi. Sul suo corpo è stata disposta l’autopsia. Sul fronte delle indagini, smentita la notizia del fermo di un uomo, sarebbe in realtà una donna la principale sospettata e la pista che si sta seguendo è quella passionale. Oggi, in caserma a Bergamo, è stata portata una donna che avrebbe avuto una storia col marito ed è fortemente sospettata dell’omicidio. La mandante potrebbe essere lei.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata