Oltre quattro ore è durata oggi la conferenza dei servizi che si è svolta presso la provincia di Cremona e in cui il comune di Crotta d’Adda, la Provincia di Cremona, Ats e Arpa avrebbero dovuto decidere sul progetto di Sovea che da tempo aspetta risposta, che si è conclusa invece con un nuovo rinvio. Il comune di Crotta, come ha ribadito il sindaco Renato Gerevini, non vuole l’impianto di compostaggio di sfalci verdi che la ditta vuole realizzare nell’area, già martoriata dalla presenza di una grossa discarica di dell’acciaieria Arvedi in via di raddoppio e dalla presenza di numerosi allevamenti e impianti di biogas. Ats ha espresso parere non favorevole, stando ai dati relativi alla salute della popolazione. Tira dritto invece la provincia di Cremona che di fatto che concede tempo alla ditta per valutare i dati presentati e rinvia la conferenza a febbraio. Amarezza per il sindaco Gerevini, e per Legambiente e il Comitato di Crotta.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata