Migliorare l’efficienza energetica, aumentare la sostenibilità e risparmiare rendendo gli edifici più intelligenti. È l’obiettivo di Enerbrain, una startup italiana che ha brevettato un algoritmo in grado di migliorare efficienza, sostenibilità e comfort nei grandi edifici non residenziali.

Come funziona, lo spiega Andrea Vassia di Enerbrain, che è stata anche fra le aziende selezionate per la missione italiana al Consumer electronics show di Las Vegas.

“La nostra è una soluzione IoT che utilizza il machine learning e permette di tagliare i consumi energetici dei grandi edifici fino al 40% nel fare questo miglioriamo anche il comfort interno e riduciamo le emissioni di Co2”.

“La soluzione è una soluzione sia di tipo hardware che software; questa è una prima parte, una sensoristica ambientale che installiamo presso l’edificio, ciascun sensore è collegato direttamente al nostro cloud ed è direttamente configurato, misura temperatura, co2, umidità relativa”.

“Attraverso queste grandezze andiamo ad inviare questi dati al nostro cloud; dentro ci sono i nostri algoritmi di machine learning che studiano l’edificio e studiano quelli che sono le variabili, come le dinamiche di persone all’interno dell’edificio i flussi di persone le previsioni meteo nonché l’inerzia termica dell’edificio”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata