Cremona Il 27 gennaio ricorre la giornata della Memoria. Un evento che viene ricordato in particolare da chi cerca di mantenere viva la storia e le testimonianze architettoniche e culturali che ha lasciato. A Cremona l’associazione Cremona Rinascimento da tempo lavora per il recupero del Corpus Domini, il monastero che insieme al quello adiacente di San Benedetto e a Santa Chiara rappresentano il complesso del parco dei monasteri. Un patrimonio ricchissimo e ancora da scoprire, che racconta delle diverse funzioni che questi luoghi hanno assunto nel tempo. La vita di un migliaio di ebrei a Cremona per tre anni si è svolta in questo luogo, come in un piccolo villaggio: lo raccontano oggi i muri dell’edificio, le scritte e gli oggetti ritrovati. Ma c’è anche una moschea e infine la Chiesa del Corpus Domini. Un grande lavoro di recupero potrebbe permettere di riportare in luce gli affreschi nascosti sotto l’intonaco. Nel frattempo godiamo della storia raccontata da questo luogo, in parte restituito alla comunità. Venerdì 25 gennaio alle ore 21, un evento pubblico invita la cittadinanza a conoscere la storia di Cremona e del Corpus Domini. L’appuntamento è nella suggestiva cornice dei magazzini dell’ oratorio di Sant’ Apollinare in Sant’Ilario. In ricordo della SHOAH, verrà promossa una iniziativa dal titolo “Le parole della memoria … il silenzio assordante dell’ anima”. Uno spettacolo di musica e teatro con  la rappresentazione t “Le parole della Memoria” eseguita dalla compagnia “Paranoia Tremens Clarus”.

 

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata