Piacenza In soli 10 mesi ben 267 donne si sono rivolte al Telefono Rosa di Piacenza per chiedere aiuto. Un esercito femminile che ha denunciato violenze gravi come maltrattamenti fisici e psicologici subiti da parte di mariti, compagni o ex. Venticinque sono stati i casi segnalati da terzi, come parenti, amici o vicini di casa delle vittime di violenza. Quest’anno l’Associazione Telefono Rosa ha firmato la prima convenzione con il Comune di Piacenza che assegna fondi per la gestione del Centro antiviolenza. Non solo. Ora dalla Regione Emilia Romagna arrivano 140 mila euro per 8 nuove strutture a sostegno delle donne. Un finanziamento che, nel piacentino, servirà per l’apertura di due nuove case rifugio.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata