373 mila nuovi casi lo scorso anno in Italia con una media di più di 1000 nuovi al giorno. Le previsioni per il prossimo decennio indicano che nel 2030 il cancro sarà la principale causa di morte nel mondo con 21,6 milioni di nuovi casi all’anno. Numeri allarmanti nel giorno in cui ricorre in tutto il mondo il World Cancer Day, la Giornata mondiale contro il Cancro promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Il mondo medico scientifico sta lavorando senza sosta per garantire trattamenti sempre più efficaci e personalizzati. L’Italia è un’eccellenza nell’ambito della ricerca oncologica anche a livello internazionale: non è un caso che nel nostro Paese si guarisca di più, come testimoniano i dati che ci pongono al vertice in Europa per le guarigioni. La sopravvivenza a cinque anni è aumentata, sia per gli uomini (54% vs 51%) che per le donne (63% vs 60%), rispetto al quinquennio precedente. In Italia, attualmente, ci sono oltre 3,3 milioni di persone che hanno superato una diagnosi di cancro e in molti casi hanno un’aspettativa di vita paragonabile a quella di chi non si è mai ammalato (fonte: I numeri del cancro in Italia, 2018 a cura di AIRTUM, AIOM e Passi). Un risultato che potrebbe migliorare ulteriormente se tutti adottassimo abitudini e comportamenti più salutari. A confermarlo è il World Cancer Research Fund – Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro (WCRF) che da anni si occupa di studiare come dieta, peso e attività fisica influiscano sul rischio di sviluppare un tumore. Il World Cancer Research Fund ha pubblicato un vero e proprio decalogo di indicazioni che, se seguite, nell’insieme possono ridurre il rischio di sviluppare un cancro nel corso della vita. È comunque bene ricordare che il tabacco è la principale causa evitabile di malattia e morte nel mondo ed è anche la principale causa dello sviluppo di cancro. Oltre a questo poi per mantenersi in salute si consiglia di mantenere il normopeso in base a parametri quali sesso, età e altezza, fare una moderata attività fisica che potrebbe anche essere di soli 20 minuti al giorno, mangiare cereali integrali, cibi che contengono fibre e vegetali protegge contro diversi tipi di cancro. La raccomandazione è di mangiare ogni giorno almeno 30 g di fibre e 400 gr di frutta e verdure. Importante poi limitare il più possibile il consumo di alcol, allattare al seno i neonati e assumere una dieta varia e ricca di alimenti vegetali.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata