L’utilizzo degli uccelli come richiami vivi è una pratica particolarmente crudele: è infatti permesso tenere animali rinchiusi tutta la vita in minuscole gabbie, della dimensione di un foglio A4, per fungere da richiamo verso i propri simili ed attirarli così verso lo sparo di un fucile durante il periodo venatorio. I richiami vivi sono detenuti in condizioni durissime, per molto tempo al buio in modo che perdano la percezione del tempo e scambino il periodo in cui verranno esposti al capanno per la primavera. Il loro canto così attirerà maggiormente, riempiendo il carniere del cacciatore. Per l’utilizzo ai fini di richiamo, a queste specie verrà negata la possibilità di esplicare l’attività fisiologica, un maltrattamento che finirà solo con la fine dei loro giorni. Per questo, firmando la petizione su change.org si chiede di abolire la pratica e vietare severamente l’utilizzo di uccelli come richiami vivi e di mantenere il divieto di utilizzo di richiami acustici a funzionamento meccanico, elettromagnetico o elettromeccanico, con o senza amplificazione del suono e di vietarne la vendita. Firma qui.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata