Una ricerca svolta dai ricercatori dell’Università Pompeu Fabra di Barcellona hanno indagato sul’effetto della contrazione muscolare volontaria e del rilassamento sulla postura. Pubblicato sulla rivista Gait & Posture, la scoperta è stata davvero inaspettata, visto che respirare sembrerebbe essere quanto di più automatico ci sia. Sarebbe emerso che molte persone non sono capaci di respirare correttamente, ovvero sfruttando i muscoli dell’addome.

Questo porta a numerose conseguenze negative sull’equilibrio del corpo e un maggior rischio di cadute.

Gli scienziati per poter indagare sull’effetto della contrazione muscolare volontaria e del rilassamento sulla postura, hanno misurato l’equilibrio in 30 volontari, durante stati di tensione e rilassamento. I risultati hanno mostrato che molti non respiravano correttamente e, invece di rilassare i muscoli dell’addome, li tenevano involontariamente contratti, mostrando uno dei tipici sintomi dello stress. La tensione muscolare riduceva a sua volta significativamente la stabilità dei soggetti in posizione eretta.

“I nostri risultati mostrano che le situazioni di stress quotidiano possono portare a una diminuzione dell’equilibrio. Questo a sua volta può aumentare il rischio di caduta”, spiega Simone Tassani, primo autore.

Inoltre, prosegue il ricercatore italiano, “i risultati dimostrano la necessità di esplorare il fatto preoccupante che una grande parte della popolazione potrebbe non essere in grado di respirare correttamente”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata