Cremona Dall’alba di oggi la Squadra Mobile di Cremona è stata impegnata nell’esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere disposta dal magistrato Lisa Saccaro, nei confronti di 5 cittadini rumeni, ritenuti responsabili di una rapina in villa avvenuta a Crema nel giugno scorso. Tre sono stati invece denunciati in stato di libertà, tra cui un minorenne. Durante la rapina un’intera famiglia di 4 persone restò sotto scacco della banda all’interno della villa, dalle 10 e 30 alle 14 e 30, mentre malviventi armati trafugavano quanto possibile facendo anche saltare la cassaforte, per un bottino del valore complessivo di circa 200mila euro. Il proprietario, che aveva accennato ad una reazione, era stato colpito, per questo i reati contestati al sodalizio vanno dalla rapina puriaggravata, alle lesioni, al sequestro di persona. La banda, durante le indagini, è risultata poi attiva sul territorio cremasco dove si era resa responsabile di reati contro il patrimonio. Il capo, che si trovava già in carcere al momento della notifica, era stato arrestato in flagranza a settembre per estorsione ai danni di un cremasco a cui aveva sottratto in tutto 55 mila euro. Un altro cittadino rumeno legato al gruppo è stato invece arrestato, sempre nel corso dell’attività investigativa, perché trovato in possesso di mezzo etto di cocaina.

 

Susanna Grillo

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata