La vicenda dell’ex raffineria Tamoil ha segnato e sta segnando la storia della città di Cremona. Il lungo procedimento giudiziario iniziato nel luglio del 2007, è approdato alla suprema Corte di Cassazione e si è concluso con la condanna del principale manager Tamoil per disastro ambientale, per inquinamento della falda acquifera e dei terreni attorno all’azienda, compresi quelli delle società canottieri locali. Una sentenza storica e innovativa fin da quella di primo grado, emessa dal giudice Salvini, che ha portato a una legge sul disastro ambientale, legge stimolata proprio da questa vicenda.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata