La richiesta presentata il 16 novembre scorso dallo scienziato Cesare Galli, rappresentante legale della società Avantea, potrebbe avviare un processo di rinnovamento a Porcellasco e quindi nella zona rurale del quartiere Maristella.  Avantea infatti ha proposto al Comune di modificare la destinazione d’uso di un’area di 30mila metri quadrati, da agricola a sede di attività di servizio. L’obiettivo è recuperare una sede dismessa da anni e in degrado, per ampliare il centro dello stesso Cesare Galli e di Giovanna Lazzari, ricercatrice nel settore delle cellule staminali embrionali. Occorre realizzare immobili, strutture e attrezzature necessarie in gran parte riconducibili a quelle di una azienda agricola per quanto riguarda la gestione/allevamento di equini, bovini e suini. La giunta Galimberti quindi ha aperto la procedura di Valutazione ambientale strategica, visto che occorrerebbe cambiare il piano regolatore con una variante puntuale, per inserire nel contesto adatto le ricerche del prof Galli, che nel ‘99 ha ottenuto il primo clone bovino di un toro adulto, Galileo, e nel 2003 il primo clone equino al mondo. Da parte loro gli abitanti della zona del Maristella che guarda verso Persico Dosimo, si sono lamentati per l’inquietante degrado dell’ex Centro per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura di Porcellasco, la cui sede principale è stata spostata a Lodi in ossequio alla razionalizzazione delle spese e delle sedi pubbliche. Oggi però la viabilità preoccupa, per la velocità dei veicoli, e la gestione del verde da parte dei proprietari privati. L’erba alta infatti rende difficile ai residenti vedere le auto in arrivo, viste le piccole dimensioni delle strade e degli incroci, auto che per non rallentare suonano il clacson a tutte le ore. La strada è importante, perché permette di abbreviare il percorso verso Brescia, evitando di entrare da Cremona nell’ex statale. La zona poi si sta popolando, come dimostrano le nuove case di via Carbonera. La proposta di utilizzare come sedi di appartamenti l’ex centro di Porcellasco, allo scopo di fermare il consumo di suolo, non sarà quindi accolta.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata