Chi siamo

Telecolor è una tv privata che opera da oltre vent’anni. Ha sede a Cremona, ma si può vedere in quasi tutto il Nord Italia sul canale 18 del digitale terrestre.

La gamma di trasmissioni che caratterizzano la nostra emittente sono molteplici, si va dal notiziario della politica e della cronaca agli approfondimenti dei casi più scottanti; ci occupiamo di informazione, cultura e musica, ma anche di medicina, di animali, di ambiente… tanto da qualificarci con il sottotitolo “Green Team”.

La definizione “Green Team” che abbiamo dato al nostro gruppo di lavoro non è solo riferita alle nostre idee, ai nostri ideali, alla nostra impronta televisiva, ma è soprattutto un impegno che ci assumiamo con il nostro pubblico di telespettatori e di surfers di usare tutta la nostra sensibilità e il nostro coraggio per proporre un modello di sviluppo economico e sociale, molto diverso da quello attuale, in cui molti di noi non si riconoscono.

Ci capita spesso di andare controcorrente e di ribaltare i valori. Tra i valori che riteniamo fondamentali vi è il rispetto della vita in tutte le forme viventi, la salvaguardia della natura e dell’ambiente; crediamo in un’agricoltura biologica e in un’alimentazione sana e frugale, da cui si origina una buona salute del corpo e della mente.

Crediamo nella green economy, nello sviluppo sostenibile, nelle energie rinnovabili.

Vogliamo sviluppare in noi stessi e nel nostro pubblico una coscienza critica, responsabile: l’ecologia della mente. Un modo di essere, un metodo di lavoro, speriamo coerente con la nostra mission.

A proposito di crisi economica e decrescita felice, vi riportiamo un pensiero di Jacques Attali, economista, saggista e banchiere francese: “Un giorno o l’altro questa crisi si concluderà, come tutte le altre, lasciando dietro di se innumerevoli vittime e qualche raro vincitore. Ma ciascuno di noi potrebbe anche uscirne in uno stato di gran lunga migliore di quello con cui siamo entrati. Questo a patto di comprenderne la logica e il percorso, di servirsi delle nuove conoscenze accumulate in vari settori, di contare soltanto su se stessi, di prendersi sul serio, di diventare attori del proprio destino e di adottare audaci strategie di sopravvivenza personale.” (Jacques Attali, Sopravvivere alla crisi. Sette lezioni di vita, Fazi Editore 2010)