Cremona. Due interrogazioni del movimento 5 stelle sono state discusse l’altro ieri in consiglio regionale a Milano, dedicate la prima alle questioni ambientali legate all’attività del gruppo Arvedi tra Spinadesco e Cavatigozzi e la seconda all’ex raffineria Tamoil. L’assessore all’ambiente Claudia Terzi ha risposto ad entrambe, la prima firmata da Iolanda Nanni e la seconda da Andrea Fiasconaro. L’interrogazione di Iolanda Nanni chiedeva di monitorare il benzoapirene in provincia di Cremona, collocando un apparecchio di rilevamento vicino all’area del gruppo Arvedi. Non solo. Iolanda Nanni ha chiesto se sono in funzione centraline, ed eventualmente quante siano, per rilevare i COV, cioè i composti organici volatili, che contengono sostanze che possono causare tumori. Infine una domanda per fare il punto sulla situazione ambientale dopo le disposizioni date dalla Provincia per sanare la situazione dell’acciaieria. Ma la Regione non collocherà nessuna stazione di rilevamento del benzoapirene vicino all’acciaieria. Terzi ha anche esposto i risultati di diverse campagne di monitoraggio, di COV e altre sostanze tossiche, sui cui risultati il movimento 5 stelle intende compiere un’analisi dettagliata prima di pronunciarsi. Non sarà possibile però per la Regione effettuare una nuova campagna di monitoraggio nel 2014, e la causa è la mancanza di risorse. Di conseguenza i 5 stelle chiederanno di rafforzare lo stanziamento a bilancio. Nemmeno l’assessore regionale si è mostrata sufficientemente informata sui progetti dell’Arvedi per sanare le inosservanze alle prescrizioni del 2012. Delusione grillina anche per la questione delle uova alla diossina: gli studi indipendenti non sono stati considerati. Quindi i 5 stelle chiederanno l’interessamento dell’assessorato alla sanità. Quanto alla Tamoil, l’assessore si è dichiarata interessata al progetto di reindustrializzazione dell’area dell’ex raffineria: materie plastiche potrebbero essere trasformate in gasolio. Progetto che alle associazioni ambientaliste non piace per nulla. Claudia Terzi non ha dato infine le attese risposte sulla bonifica dell’area Tamoil.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata