CREMONA – Non sono bastati i sondaggi effettuati dai commercianti stessi e neanche la mozione di Giacomo Zaffanella del gruppo misto durante l’amministrazione Perri. L’intenzione della nuova giunta, malgrado il numero di pareri contrari, resta quella di creare un’isola pedonale che per molti residenti e negozianti in realtà è una strada chiusa, penalizzata dal Comune da troppi anni, passando da un’amministrazione all’altra e da un colore all’altro. La sperimentazione dell’isola pedonale durerà due mesi, come annunciato dal sindaco Gianluca Galimberti, che vuole confrontarsi non imporre, ma il problema è che i comportamenti di ogni giorno fanno sì che l’isola pedonale non sia vissuta come dovrebbe. Infatti non si vedono pedono camminare in mezzo alla strada. Passano veicoli col permesso di residente o lavoratore, in continuazione, addirittura ci sono stati incidenti fra biciclette che si scontrano, la pista ciclabile per chi è diretto verso Sant’Agata è costellata da tombini e protetta da dure e pericolose sbarre metalliche. Galleria Kennedy, di sera tardi, fa paura anche agli uomini e l’integrazione sociale con gli abitanti immigrati non ha prodotto finora grande omogeneità. Problemi più sociali ed economici, ai servizi di trasporto e arredo urbano, che legati al traffico e all’urbanistica.

Il sindaco, assieme ai due assessori Alessia Manfradini e Barbara Manfredini, vuole dialogare e tenere un confronto sempre aperto. Una delle proposte comunali più apprezzate è un progetto di animazione sociale cche dovrebbe passo per passo coinvolgere tutta la città. Le questioni aperte però sono serie. Troppi appaiono, dopo anni, i disagi accumulatisi nel corso prima che si possa parlare di isola pedonale in cui passeggiare tranquillamente. Addirittura, si nota verso via Villa Glori una fascia di parcheggi per carico e scarico lunga decina di metri occupata quasi sempre da automobili. I camion si fermano in doppia fila e bloccano il traffico. Un problema fra tanti, fra i negozi chiusi e un corso che si sente, più che isola, isolato in città.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata