Piacenza. Per i sindacati piacentini è allarme rosso per la cassa integrazione in deroga. Segnalano infatti la necessità di rifinanziare con immediatezza il sussidio per i lavoratori colpiti dalla crisi, non erogato da oltre sei mesi. Per questo stanno organizzando un presidio davanti a Montecitorio per il 22 luglio. Ma in provincia si guarda con preoccupazione anche alla situazione di due aziende, Rdb e Sandvik. Ne abbiamo parlato con Marina Molinari, segretario generale aggiunto Cisl Parma Piacenza.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata