A Brescia l’estate 2014 sarà ricordata come la peggiore degli ultimi anni dal punto meteorologico e da quello degli abbandoni di cani e gatti. L’allarme è lanciato dall’associazione SOS Randagi che gestisce il canile Rifugio di via Girelli, una struttura nuova e confortevole che però non riesce ad ospitare i tanti amici pelosi accalappiati sul territorio provinciale o abbandonati in ogni dove. Da qui l’appello dei volontari per cercare famiglia ai tantissimi cani e gatti che si trovano nei box del rifugio.  Come purtroppo troppo spesso ancora accade, la maggior parte dei cani bresciani non ha il microchip e quindi è impossibile risalire al proprietario. C’è poi chi, come Yago, è stato ceduto all’associazione causa trasferimento dei proprietari e dopo due anni vissuti in appartamento e uno in canile, si sta lasciando morire. Nonostante i lavori che fino ad ottobre bloccano l’acceso da via Girelli, il Rifugio è aperto e aspetta tutti voi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata