La Procura di Milano nei giorni scorsi ha aperto un’inchiesta sull’esondazione del fiume Seveso dell’8 luglio con l’ipotesi di reato di disastro colposo e ora sta vagliando le relazioni consegnate dal Comune di Milano e dalla Regione Lombardia sull’accaduto. I documenti, in particolare, riportano gli interventi effettuati in passato sul corso d’acqua e i progetti per la messa in sicurezza del fiume e sono stati predisposti dall’assessorato comunale all’Ambiente e dall’assessorato regionale al Territorio e Urbanistica.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata